Dalla Fedi all’Aquatics Centre

Ci sarà un po’ di Pistoia alle Olimpiadi di Londra che inizieranno a luglio. Alice Nesti infatti, dei Nuotatori Pistoiesi allenati da Massimiliano Lombardi, ha fatto parte del team della staffetta 800 metri stile libero che oggi agli europei di Debrecen in Ungheria ha battuto le Ungheresi che nuotavano in casa. Dalla piscina Fedi all’Aquatics Centre di Londra! Un’altra conferma per il nuoto, non per il calcio, pistoiese 🙂

Alice è stata la terza a nuotare, prima di lasciare la vasca a Federica Pellegrini.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

“Siamo gente comune”

Image

Samuele ed Emma

Il Sindaco è un cittadino come gli altri. Come dice Marco Pannella, ‘siamo gente comune’. I Radicali sono persone normali e lo si vede dal modo in cui siete arrivati qui: l’intero gruppo dirigente del Partito Radicale in una sala del Dopolavoro dei ferrovieri senza auto blu, senza scorta. Qui c’è un pezzo della storia della Repubblica Italiana e io sono orgoglioso di essere vicino alla parte migliore della storia della Repubblica. Eppure la semplicità, la colloquialità con cui stiamo svolgendo queste nostre riflessioni dicono che siamo tra gente normale. Chi si candida a fare il sindaco di una città è una persona normale che ha tutti i diritti degli altri, dei suoi concittadini, ma qualche dovere in più.

Samuele Bertinelli, 1 maggio 2012

Marco Pannella a PT l’1 e 2 maggio

Il 6 e 7 maggio vota la lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia”, con il candidato capolista radicale Raffaele Forci, a sostegno del candidato sindaco Samuele Bertinelli.

Image

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Verdi e Radicali di nuovo uniti nella lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia”

Noi candidati Maria Manti, Manila Michelotti, Matteo Angioli vi invitiamo – così come Emma BONINO, Marco PANNELLA, Mina WELBY, i senatori e deputati radicali – a dare il vostro voto preferenziale a Raffaele Forci, capolista radicale, terzo nella lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia” per l’ingresso nel consiglio comunale di Pistoia per la prima volta dal 1944 ad oggi di un eletto radicale.

Per due anni, due consiglieri comunali dei Verdi, Andrea Fusari e Lorenzo Lombardi, hanno istituzionalmente ed efficacemente fatti propri obiettivi della Galassia radicale. Tra questi, le iniziative più interessanti sono: istituzione del registro per il testamento biologico, per le coppie di fatto, per l’anagrafe pubblica degli eletti e nominati, la lotta alle barriere architettoniche, l’attenzione per il carcere e la nomina del Garante dei diritti dei detenuti (incarico affidato ad Antonio Sammartino).

Marco Pannella e Raffaele Forci

I due consiglieri uscenti inoltre si sono subito dimostrati pronti a sostenermi nella vicenda della piscina Fedi.

Fusari e Lombardi, in occasione delle elezioni regionali del 2010, hanno espresso il loro sostegno quale candidato governatore della Lista Bonino-Pannella, Alfonso De Virgiliis.

Avendo dovuto affrontare una difficile situazione di dissensi e scissioni nella loro area, ci hanno invitato (appena è stato loro possibile) a tradurre questa nostra duratura collaborazione politica in una formale intesa anche elettorale. Dopo averne rapidamente discusso con Emma Bonino, Marco Pannella, Mario Staderini, Michele De Lucia, Maurizio Turco e altri parlamentari radicali, abbiamo deciso di accettare e proseguire questa straordinaria occasione di lotta comune con i nostri compagni Verdi della lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia”.

La lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia” comprende 9 candidati propri, 4 radicali, 11 di militanti di varie associazioni ambientaliste.

I capilista sono tre: i due consiglieri comunali uscenti (Fusari e Lombardi) e il compagno radicale Raffaele Forci. Seguono in ordine alfabetico gli altri candidati fra i quali i radicali Maria Manti, Manila Michelotti e, ultimo in lista perché lavoro fuori Pistoia, io (Matteo Angioli).

Raffaele Forci

Il capolista radicale Raffaele Forci

Raffaele Forci, per decenni professore di matematica all’Istituto Tecnico di Pistoia e militante radicale, oggi è in pensione.

Abbiamo spedito circa 20.000 copie di questo volantone, improvvisato e redatto con l’aiuto di Mihai Romanciuc (che contiene il programma della lista nelle pagine centrali), con contributi di Marco Pannella, Rita Bernardini, Mario Staderini, Michele De Lucia, Valter Vecellio, Lorenzo Lombardi, Andrea Fusari, Roberto Deriu, Raffaele Forci, Matteo Angioli, Maria Manti e Manila Michelotti.

E’ l’unico esempio per ora (purtroppo) in Italia di una ritrovata alternativa al regime partitocratico distruttore del territorio italiano.

Martedì 1 e mercoledì 2 maggio parlamentari e militanti radicali saranno a Pistoia per una giornata di incontri e comizi con i Pistoiesi. Saranno presenti già dal tardo pomeriggio dell’1 maggio: Emma Bonino, Marco Pannella, Rita Bernardini, Mina Welby, Maurizio Turco, Maria Antonietta Farina Coscioni, Marco Perduca, Elisabetta Zamparutti, Donatella Poretti, Mario Staderini, Michele De Lucia e Sergio D’Elia. Gli appuntamenti previsti per ora sono:

1 maggio
ore 20.30
: incontro/convegno al Dopolavoro Ferroviario in Via XX Settembre angolo Piazza D. Aligheri dei suddetti parlamentari ed esponenti; relatori Bonino, Pannella, Welby e i 3 capilista della lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia”

2 maggio
nel corso della mattinata “passeggiate radicali” per la distribuzione di materiale di propaganda nel centro cittadino
ore 10: conferenza stampa al “Caffè degli artisti” in Piazza Giovanni XXIII
ore 11: comizio in Piazza Giovanni XXIII, con Emma Bonino, Marco Pannella e altri
ore 18: comizio in Piazza Gavinana (sul globo)

Il 6 e 7 maggio vota la lista “Verdi Arcobaleno su Pistoia” che sostiene il candidato sindaco Samuele Bertinelli.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments

Ascoltato in Procura dal delegato del PM di Pistoia

Procura PT

Procura della Repubblica di Pistoia

Giovedì scorso 5 aprile, alle 15, mi sono recato alla Procura di Pistoia in Via XVII Aprile per la vicenda della denuncia presentata contro di me dalla rappresentante legale della società Cogis, gestionaria della piscina provinciale Silvano Fedi.

Il Pubblico Ministero Renzo Dell’Anno ha delegato il commissario Benedetti per ascoltarmi come da mia richiesta per raccontare cosa era accaduto l’11 settembre 2010 alla piscina Fedi di Pistoia. In sostanza ho ripetuto quello che avevo già scritto e documentato nel blog (vedere qui). Dopo un’ora e mezzo circa, ci siamo congedati con la richiesta di archiviazione da parte dell’avvocato difensore, Giuseppe Rossodivita.

Adesso non resta che attendere quale sarà la decisione del PM Dell’Anno.

Questo per quanto riguarda le indagini su di me. Non riesco invece a trovare nessuna notizia recente in merito a quelle, ben più importanti, sul presidente della Pistoiese, Orazio Ferrari, coinvolto nell’inchiesta “Fuori tutto“.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Nominato il garante dei diritti dei detenuti a Pistoia

Carcere S. Caterina di Pistoia

A distanza di 8 mesi dalla visita al carcere di Pistoia di Rita Bernardini e Lorenzo Lombardi, Manila Michelotti e Matteo Angioli, 6 mesi dopo la presentazione dell’interpellanza, a prima firma Lorenzo Lombardi, al consiglio comunale sulle condizioni di invivibilità di questo istituto, e a un mese esatto dalla presentazione del nostro appello del 22 febbraio, ieri il consiglio ha eletto il garante dei diritti dei detenuti di Pistoia, Antonio Sammartino.

La notizia è sul sito del Comune. Da oggi, le organizzazioni di volontariato, il coordinamento Cittadini anche in carcere, gli operatori che gravitano attorno al carcere, i familiari dei detenuti e chiunque abbia a cuore le condizioni di questa comunità penitenziaria, hanno a disposizione un interlocutore in più. Facciamone buon “uso”.

Vorrei ringraziare il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali di Pistoia e i firmatari dell’appello che ricordo sono:

Rita Bernardini, deputata radicale
Alfonso De Virgiliis, imprenditore, già candidato Presidente Regione Toscana per la Lista Bonino-Pannella
Matteo Angioli, membro del Consiglio Generale del Partito Radicale
Irene Testa, segretaria Associazione radicale Il Detenuto Ignoto
Patrizio Gonnella, presidente Associazione Antigone
Francesco Morelli, Ristretti Orizzonti
Giuliano Capecchi, Associazione Liberarsi

Infine, ultimo ma non ultimo, Marco Pannella, i cui consigli ci danno sempre una marcia e una speranza in più.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , | Leave a comment

“Indagato” per aver evidenziato le irregolarità, forse anche penali, della piscina provinciale S. Fedi. Ora vediamo che succede :-)

Sabato 25 febbraio sono andato alla caserma dei carabinieri di Pistoia per ritirare l’avviso di conclusione delle indagini su di me, condotte dal Pubblico Ministero Dott. Renzo Dell’Anno. Ecco qua l’avviso.

Poche settimane fa infatti ho saputo che, dall’11 settembre 2010 sono stato indagato perché [Angioli] “si introduceva nei locali della Piscina Silvano Fedi contro la volontà del legale rappresentante Degli Innocenti Doriana”. Due giorni dopo, il 13 settembre, pubblicai tutto sul blog. Il 20 e 21 settembre 2010 anche il Tirreno e la testata online blognotizie.it riportarono l’accaduto in prima pagina.

Da almeno un anno, quindi dal 2009, avevo denunciato pubblicamente con lettere aperte il degrado causato dalla malagestione della società Cogis.

Sabato 25, dunque, dopo aver ritirato l’avviso, sono andato al tribunale di Pistoia per visionare il fascicolo e ho scoperto che, tranne il verbale reso dalla Degli Innocenti, tutta la documentazione allegata è costituita dal racconto e dalle foto che ho inserito nel blog.

Sono passati esattamente 16 mesi da allora. Ho 20 giorni di tempo per produrre la memoria difensiva e trovarmi un avvocato o accettare quello d’ufficio. Pare insomma che si dovrà accertare la verità giudiziaria, che non può che coincidere con quella che ho già raccontato sul blog, ai vigili, ai giornalisti, agli amici, ai parenti e che sono ben lieto di riconfermare a questo link.

Probabilmente la giustizia dovrà trarre ben altre conseguenze, da ben altri che me.

Image

Dietro al wikindagato si possono ammirare il profilo di mia madre e soprattutto quello del vigile dell’ordine Mario Barbieri a cui mostrai l’intero edificio 🙂

Posted in Uncategorized | Tagged , , | 1 Comment

Appello al Consiglio comunale di PT per la nomina del Garante dei Diritti dei detenuti

Pistoia, 22.2.2012

Il 24 gennaio, rispondendo in aula all’interpellanza sulle condizioni di invivibilità del carcere S. Caterina di Pistoia, a prima firma Lorenzo Lombardi, l’Assessore alle politiche sociali, Paolo Lattari, ha affermato che “Dobbiamo mantenere alta l’attenzione”. Il giorno stesso il Consiglio ha diramato il comunicato n. 28 annunciando che “Presto verrà nominato il garante dei diritti dei detenuti”.

Nel frattempo sono giunte due buone notizie – a noi molto presenti – su questo fronte:

La prima è la creazione, curata in primo luogo dall’Assessore Lattari, di un “tavolo di osservazione che coinvolga il comune ed altri soggetti” con riunioni mensili.

La seconda è l’approvazione, d’intesa con la Provincia di PT, di un protocollo sulle attività che il Centro Impiego di Pistoia estenderà anche ai cittadini reclusi. Sono due segnali che dimostrano lodevole, concreta attenzione da parte delle istituzioni locali.

Riteniamo comunque che le condizioni di vita dei detenuti e degli agenti di polizia, del personale amministrativo e del volontariato all’interno del carcere siano pessime e pericolose, come quelle del 90% circa degli istituti penitenziari italiani. Per questo, la nomina del Garante dei Diritti dei detenuti costituirebbe un’ulteriore, importante forma di aiuto e assistenza per la comunità penitenziaria tutta, per i cittadini e per le stesse istituzioni locali. La tempestiva nomina di tale figura pubblica cui affidare questa precisa e specifica responsabilità è un provvedimento da prendere, come sottolineato dallo stesso Assessore nel suddetto comunicato.

Per questo, ci appelliamo al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale, alla Conferenza dei Capigruppo e a tutti i Consiglieri comunali di Pistoia perché venga attuato l’impegno assunto il 24 gennaio compiendo subito l’ultimo passo necessario per ottenere la nomina del Garante dei Diritti dei detenuti per il Comune di Pistoia.

Occorre però che ciò avvenga prima dello scioglimento dell’attuale Consiglio e prima delle elezioni amministrative del prossimo maggio. Rinviare la nomina del Garante, pur con plausibili motivazioni, alla nuova Amministrazione potrebbe costituire un pericolo e costoso ritardo per un atto che viene ormai considerato non solo opportuno ma ormai necessario in una situazione sempre più grave.

La gravità di questa situazione è testimoniata anche da quanto affermato dagli aderenti al maggior sindacato di Polizia Penitenziaria, il Sappe, il 17 febbraio scorso, a seguito dell’ennesimo episodio di violenza verificatosi nel carcere di Lucca. Si dichiarano “preoccupati dell’escalation di violenza nelle carceri toscane e soprattutto dall’immobilismo dei vertici dell’Amministrazione delle carceri regionale”, ricordando le aggressioni degli ultimi tempi “avvenute nei penitenziari di Sollicciano, Porto Azzurro, Lucca, Pistoia e S. Gimignano.”


Rita Bernardini, deputata radicale
Alfonso De Virgiliis, imprenditore, già candidato Presidente Regione Toscana per la Lista Bonino-Pannella
Matteo Angioli, membro del Consiglio Generale del Partito Radicale
Irene Testa, segretaria Associazione radicale Il Detenuto Ignoto
Patrizio Gonnella, presidente Associazione Antigone
Francesco Morelli, Ristretti Orizzonti
Giuliano Capecchi, Associazione Liberarsi

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , | 1 Comment

Dopo l’interpellanza sul carcere di Pistoia

Dopo la discussione dell’interpellanza “urgente” a prima firma Lombardi, sulle condizioni del carcere di Pistoia, sul sito del Comune è apparso questo questo comunicato a nome del Consiglio comunale. La data è del 24 gennaio 2012.

Il sottotitolo di tale comunicato è:

Presto verrà nominato il garante dei diritti dei detenuti”.

I 21 giorni entro cui nominare “presto” il garante sono trascorsi, ma di questa figura non c’è ancora traccia. Per caso manca il consenso tra i partiti? E non è che, sempre per caso, con le elezioni in arrivo e il tempo necessario perché la nuova giunta s’insedi, si rischia di arrivare al prossimo autunno?

Intanto è arrivata una buona notizia: è quella dell’iniziativa sulle politiche attive del lavoro per i detenuti, promosso dalla Provincia di Pistoia. In un incontro con il direttore del carcere, l’assessore Lattari e associazioni di volontariato locale è stato firmato un protocollo sulle attività che il Centro Impiego di Pistoia estenderà anche ai cittadini reclusi.

Adesso sta al Comune agire e nominare il Garante dei diritti dei detenuti.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , | Leave a comment

L’HC Pistoia è vice-campione d’Italia nel campionato di hockey indoor

HC Pistoia

«Vi do un dato che penso sia esauriente in merito: Roma e Bra sono squadre composte interamente da professionisti, tutti a libro paga. Per questo sono ancora più fiero del lavoro che abbiamo svolto, carico di passione, sacrificio e spirito di gruppo, grazie al quale siamo riusciti a colmare la distanza che ci separava da queste realtà».

Questa frase di Filippo Treno riassume cos’è e cosa ha fatto quest’anno la squadra di hockey indoor di Pistoia.

Il Tirreno ha intervistato Filippo, l’allenatore, dopo la finale contro Bra persa all’ultimo minuto per 2-1.

«Toglieremo Pistoia dal nostro nome se non ci aiuteranno»

Parla Filippo Treno, mister e artefice della storica stagione che ha portato l’Hockey Club alla finale scudetto
di Alessandro Benigni

Inutile negarlo, il principale artefice del miracolo Hockey Club Pistoia è lui, Filippo Treno. Il giovane tecnico, classe ‘77, siede sulla panchina arancione da tre stagioni. Sotto la sua guida prima è arrivata la storica promozione in serie A, poi un’insperata salvezza ai playout e, infine, la prestigiosa finale scudetto di domenica scorsa, persa sul filo di lana.

Inevitabile quindi collegare il suo avvento con l’inizio di questa entusiasmante cavalcata, inevitabile rendere merito a Treno per quello che ha fatto con la squadra della sua città, dove ha mosso i primi passi da giocatore prima che un problema alla vista lo costringesse a interrompere precocemente la sua carriera in campo e contestualmente ad avviare quella di tecnico. Un percorso quest’ultimo costellato di successi: inizialmente scudetto con l’Under 14 femminile di Viareggio, scudetto con l’Under 16 maschile di Pistoia e medaglia d’oro con la rappresentativa regionale ai giochi studenteschi. Poi ben sei anni al Cus Bologna, trascinato dalla serie B ai playoff scudetto. Infine, il recente ritorno a Pistoia ed il titolo di vicecampioni d’Italia, nonostante le mille difficoltà.

Filippo, che giudizio dai al campionato di quest’anno?
«Ovviamente più che positivo, se guardiamo ai propositi iniziali. Dopo la salvezza agli spareggi della scorsa stagione, quest’anno volevamo superare il concentramento di qualificazione, evitando così i playout e giocandoci senza troppe pressioni i playoff. Centrate con merito le final four, però, non ci siamo accontentati, ed abbiamo dato tutto, raggiungendo una storica finale e perdendola soltanto nei secondi finali».

Una sconfitta amara quindi, ma che non può cancellare il grande risultato raggiunto.
«Ci siamo rimasti tutti molto male, ma lo sport è anche questo. Resta la soddisfazione di aver sconfitto squadre blasonate come Verona e Roma e di aver lottato alla pari con Bra, indubbiamente la migliore del lotto».

Realtà dai mezzi e dalle disponibilità ben superiori rispetto alle vostre.
«Vi do un dato che penso sia esauriente in merito: Roma e Bra sono squadre composte interamente da professionisti, tutti a libro paga. Per questo sono ancora più fiero del lavoro che abbiamo svolto, carico di passione, sacrificio e spirito di gruppo, grazie al quale siamo riusciti a colmare la distanza che ci separava da queste realtà».

Quanto ha pesato il mancato appoggio dell’amministrazione?
«Sicuramente tanto, se si pensa che l’Hc Pistoia non ha ricevuto un euro da Comune e Provincia. Addirittura abbiamo dovuto pagare di tasca la palestra di Ponte Buggianese per ospitare il secondo concentramento. Inoltre non so come sarebbe andata a finire se durante l’anno avessimo potuto lavorare con più serenità e magari in strutture idonee».

Dopo l’exploit di quest’anno, cosa prevedi per il futuro?
«Sicuramente non affronterò un’altra stagione senza potermi allenare in impianti adeguati. Quindi le opzioni sono tre: o la mia avventura qui termina quest’anno, o l’amministrazione ci viene finalmente incontro, o la società riesce a trovare una soluzione in proprio. In quest’ultimo caso, proporrò però che il suffisso “Pistoia” sia rimosso dall’intestazione della squadra, perché non è possibile esportare il nome della città a livello nazionale senza avere nessun ritorno. Comunque vada, se rimarrò su questa panchina e se il gruppo rimarrà questo, l’obiettivo sarà inevitabilmente lo scudetto».
Link al Tirreno

Posted in Uncategorized | Tagged , , , | Leave a comment

Quei Pistoiesi che vanno come un Treno

La tana dell'HC Pistoia

La tana dell'HC Pistoia

Oggi e domani 4-5 febbraio, a Bologna, una formazione sportiva di Pistoia si giocherà il primo o terzo posto nella finale a quattro nel proprio campionato.

La squadra in questione ha la maglia arancione e deve fare gol come la Pistoiese ma, a differenza di questa, non milita nella categoria dilettanti, bensì in serie A.

E’ l’Hockey Club Pistoia che, vantando la miglior difesa di tutto il campionato e l’età media più bassa in assoluto (tutti ragazzi sui 25 anni), si è qualificata ai play-off del campionato indoor di hockey nel dicembre 2011. Oggi dovrà vedersela con le altre tre finaliste: Bologna, Bra e Roma.

Non trattandosi della mitica (!?) Pistoiese, il campionato di hockey si svolge nella quasi totale clandestinità e per la cronaca l’HC Pistoia non ha nemmeno il campo dove allenarsi.

Uno degli arancioni più “anziani” (attaccante classe 1983), è quel fighetto che indossa la maglia n. 2 e che assomiglia a Tom Cruise, ovvero il Masi. Alessio (il suddetto Masi) è un mio amico da quando abitavo a Candeglia a fine anni ’80 e mi ha raccontato un piccolo dettaglio che riguarda appunto l’allenamento. Essendo la squadra composta da persone che di mestiere fanno altro, Alessio dice che “per il campionato invernale, ovvero l’indoor quest’anno, ci siamo allenati in 6 impianti: all’Oasi di Monsummano, al Pertini di Ponte Buggianese, al palazzetto di Maliseti, alla palestra dello scientifico di Montecatini, alla palestra Anna Frank ed infine a Casalguidi.

Un altro mio amico, fighetto anche lui ma con uno stile tutto suo, è l’allenatore Filippo Treno (a proposito, il discorso dell’età vale anche per lui dato che è l’allenatore più giovane di tutto il campionato), che conosco da quando si lavorava insieme all’Irish Pub di Piazza d’Armi nel 1999-2000. Poi il fumo tipico allora del pub lo ha costretto a lasciare il posto per andare a servire cappuccini e ottimi Ciobar al Bar Duomo. Filippo, che secondo me è il Brian Clough dell’hockey italiano, sta conducendo una battaglia per avere più attenzione da parte della società dell’HC Pistoia e dei responsabili dell’amministrazione pistoiese affinché la squadra e l’hockey possano beneficiare di qualche piccola attenzione in più, a cominciare da un impianto decente (a cominciare dalle dimensioni di quelli ufficiali) in cui poter allenarsi.

I responsabili e gli assessori competenti, oltre a continuare a dare priorità esclusivamente al pozzo senza fondo (e senza soddisfazioni) del calcio, in effetti potrebbero dare ascolto a questa richiesta, o no?

In queste condizioni la possibile vittoria sarà ancor più bella.

Cambiando sport, vorrei segnalare un’altra bella novità pescata su un sito di giornalismo sportivo, insidethesport.com che a dicembre scorso ha pubblicato un articolo intitolato:

Nuoto. Assoluti invernali open – Bene Pellegrini e Bonacchi

Federica Pellegrini sappiamo chi è. Forse non tutti conoscono Niccolò Bonacchi. Niccolò è un 17enne che continua a macinare bracciate vincenti per i Nuotatori Pistoiesi. Ha già portato a casa diversi successi tra cui quest’ultimo nei 50 mt dorso conquistando l’oro agli assoluti nazionali di Riccione del 16-17 dicembre 2011. Dove si deve recare Niccolò per allenarsi in una piscina olimpionica, da 50 mt? Non a Pistoia ovviamente. Ma a Ponte Buggianese e altrove. Magari non ce n’è bisogno, penserà qualcuno, dati gli ottimi risultati. E se invece migliorasse ulteriormente?

Si ma insidethesport.com chi se lo legge, dirà qualcuno. La pagina sul sito di Repubblica.it allora va meglio?

E’ vero che è importante sostenere i giovani e i dilettanti, ma la Pistoiese ha avuto tutte le chances e le attenzioni dell’amministrazione locale, ha molti sponsor, un campo per allenarsi, uno stadio (in parte inagibile) e un presidente indagato.

Posted in Uncategorized | Tagged , , , , , , , , | 1 Comment