Piccola politica, grandi affari

Sono riuscito ad avere l’audio della riunione del 23.9.2010 della Commissione provinciale n. 6 (Turismo e Attività sportive), in cui è stata discussa la situazione della piscina Fedi e dello sport in generale a Pistoia. Il file è molto pesante e quindi non posso (ancora) caricarlo. Spero di riuscire a sbobinare la parti salienti il prima possibile.

Sul fronte Pistoia ovest, ai nostri amministratori locali evidentemente piace molto la retorica del “fare” d’ispirazione berlusconiana. L’importante è fare, se poi si fa male, amen quindi. Mi pare sempre più chiaro che esistano delle affinità tra le pratiche antidemocratiche e partitocratiche, non molto distanti da quelle delle organizzazioni massoni e/o mafiose, e quelle del nostro governo nazionale e locale.

Dopo l’intervista all’assessore Niccolai, anche il sindaco Berti in un’intervista di ieri alla Nazione dice:

Pistoia, e mi riferisco sia alla politica che ai cittadini, viaggia con il freno a mano inserito.

Chi non fa non sbaglia, ma l’inerzia non paga mai. E Pistoia ha bisogno di fare
.

La nostra città deve avere più coraggio e non perdersi nelle polemiche.

Poi alcune significative parole sull’area di Pistoia ovest che sarà ben presto alienata attraverso un bando dai contorni oscuri.

E Pistoia Ovest? Anche in questo caso si tratta di introiti per le casse comunali…
«Innanzitutto vorrei che la vendita fosse accompagnata da un progetto di gestione non solo riservato al calcio, ma aperto anche ad altre discipline sportive. In ogni caso faccio mie le preoccupazioni di pensa a una vendita a prezzi vantaggiosi oppure a una vendita destinata a tradursi in privatizzazione. Non sarà così: il percorso dell’alienazione deve essere portato avanti e non si tradurrà certo in una svendita. Il nostro Comune, come tutte le realtà, ha bisogno di entrate straordinarie».

Ma che vuol dire che l’area di Pistoia ovest non sarà riservata al calcio? Da quando in qua  il nostro sindaco ha la competenza per auspicare cosa inserire in un progetto di privati cittadini? Forse lo sa soltanto quel ristretto circolo di persone coinvolto in questa losca alienazione partitocratica.

Comunque sia, il nome “piccola Coverciano” è azzeccato: una piccola struttura, per una piccola società calcistica di una città amministrata da una piccola politica.

Niente di grave nell’esser una piccolà società, ovviamente. Grave è far credere che si è cominciato a cambiare, con “coraggio”, mentre invece si continua ad amministrare e a “fare” in modo tutt’altro che trasparente, soffocando la partecipazione dei cittadini e lo sviluppo di nuove idee e nuovi talenti. Pistoia è piena di piccole grandi società sportive, a cominciare dai Nuotatori Pistoiesi, per proseguire con la squadra di hockey, di scherma, di basket, di rugby..

Perché, sig. Sindaco, non prova a farlo a loro il discorso del freno a mano?

Non so chi abbia concepito e lanciato questo geniale motto del “fare” (a parte Berlusconi, forse Ghedini?), ma vorrei dire al sindaco e a tutti gli assessori che è quanto meno discutibile. Il governo della città (come qualsiasi governo) è eletto per governare. Dunque per fare. Credo sia normale che da un governo i cittadini si apettino qualcosa in più di “chi non fa non sbaglia”. E’ come se si prefigurassero, per poterli giustificare, gli errori futuri.

Se è questa la conclusione a cui siamo arrivati dopo 60 anni di monopolio partitocratico a Pistoia, bene. Si poteva fare un po’ più rapidamente, ma ok. Speriamo soltanto che non ne servano altri 60 per rendersi conto che la vera necessità e obiettivo di un governo non dovrebbe essere il “fare”, o il “fare soldi”, ma fare bene.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s